Pagamenti-Uniposte

Pagamenti

Pagamento bollettini bianchi e premarcati

I bollettini di conto corrente costituiscono lo strumento di pagamento più usato in Italia (oltre 600 milioni di bollettini annui) ed è proprio per questo che decidiamo di includere nei nostri servizi la possibilità di effettuare pagamenti bollettini.

In tutte le agenzie Uniposte è possibile pagare tutte le diverse tipologie di bollettini:

  • bollettini bianchi: riconoscibili perché presentano, in basso a destra, il codice numerico “123” o “451” e che devono essere compilati in tutti i campi (per il 451 il c/c è già prestampato);
  • bollettini premarcati: riconoscibili perché presentano, in basso a destra, i codici numerici “896” o “674”. I bollettini con codice “896” sono già precompilati anche nel campo importo, mentre nei bollettini con codice “674” l’importo è liberamente definibile dal cliente.

PAGO PA

Presso le agenzie affiliate alla rete Uniposte è disponibile il metodo di pagamento pagoPA , una nuova modalità per eseguire tramite i Prestatori di Servizi di Pagamento (PSP) aderenti, i pagamenti verso la Pubblica Amministrazione in modalità standardizzata.

MAV E RAV

Nelle agenzie affiliate sono attivi, inoltre, i servizi di pagamento MAV e RAV.

MAV (Pagamento Mediante Avviso): è la procedura con la quale un creditore incarica la propria banca di inviare ad un suo debitore un avviso di pagamento (tipo bollettino), presso la stessa banca o altra banca o le Poste, e di produrre una quietanza del pagamento effettuato. Si tratta di un bollettino prestampato, contenente l’indicazione del nominativo del debitore, dell’importo da versare, della causale e della scadenza entro cui effettuare pagamento. E’ solitamente utilizzato da enti pubblici (scuole, università, amministrazioni locali) o da grandi organizzazioni (assicurazioni e finanziarie). Ad ogni MAV viene abbinato un codice composto da 17 caratteri numerici che lo identifica in modo univoco.

RAV (Ruoli Mediante Avviso): è un tipo di bollettino utilizzato dai concessionari di riscossione di somme iscritte a ruolo, come ad esempio le sanzioni per violazioni del codice della strada, le tasse sulle concessioni governative, le tasse sulla nettezza urbana, l’iscrizione agli albi professionali, ecc. Consiste in una procedura bancaria standard, attraverso la quale un ente creditore incarica la propria banca di inviare ad un suo debitore moroso un avviso e di accreditare direttamente nel proprio conto corrente il pagamento effettuato dallo stesso, presso la stessa banca o altra banca, e di produrre una quietanza del pagamento effettuato. Ad ogni pagamento viene abbinato un codice identificativo univoco, composto solitamente da 18 caratteri numerici, di cui il primo corrisponde a “0”.

Sei un cliente e hai bisogno di informazioni? Richiedi una consulenza sui nostri prodotti e servizi.